Marino Iotti 

Marino Iotti nasce a Reggio Emilia nel 1954, si avvicina alla pittura in giovanissima età apprendendone le basi tecniche frequentando i corsi che il prof. Giulio Soriani teneva alla Piccola Accademia di Regina Pacis, e successivamente con lo scrittore Ugo Sterpini.

Nel 1978 inizia la sua attività espositiva a Scandiano con "Studio aperto2, uno studio/galleria che voleva essere punto di incontro e confronto tra gli artisti.

Anche se sempre più affascinato dalla pittura aniconica, Iotti dedica una parte dei primi anni Ottanta allo studio della pittura italiana del Novecento, numerosi sono i ritratti dipinti, dalla forte impronta psicologica, ispirandosi ad artisti come Casorati, Funi, Sironi.

 

Studio che consente all'artista di rafforzare le proprie capacità tecniche. Ma è con artisti come Grahm Sutherland e Giacometti che avviene il graduale passaggio ad un linguaggio dapprima simbolico (con temi quali l'ecologia e l'orrore per la guerra) per passare poi ad una pittura astratto/informale.

Numerosi sono stati i laboratori con i bambini delle scuole materne di alcuni comuni della provincia di Reggio Emilia, sia con persone affette da disagio mentale, esperienze molto stimolanti sia dal punto di vista sociale che da quello creativo.

L'incessante ricerca è il dato che caratterizza tutta l'opera di Marino Iotti, una ricerca continua, mai forzata e sempre in divenire, uno studio appassionato dei sottili equilibri che il colore ed il segno possono ancora trasmettere.

© 2018 by ArteSi Modena    -    Galleria d'Arte Contemporanea

via Fonte d'Abisso 10    -     41121 Modena (MO), Italia 

  |      P.I. 02472130364      |